Categorie: Facility Management

Oggi, un serviced office è un ambiente lavorativo che viene equipaggiato e gestito da una società di facility management in modo consono e allineato alle dinamiche del lavoro ibrido. 

Il cambio progressivo – e accelerato dalla pandemia da Covid-19 – del paradigma lavorativo ha un impatto straordinario sulla visione del place: l’ufficio non è più il luogo in cui ci si deve recare quotidianamente, ma quello in cui si vuole lavorare, poiché dotato di determinate caratteristiche vincenti, come spazi e apparecchi ideali per l’attività da svolgere (si pensi a una riunione ibrida). Questo giustifica il grande interesse delle aziende verso workplace attrattivi e ingaggianti, che favoriscono la produttività e il benessere di chi li vive. 

 

Serviced office e le peculiarità del lavoro ibrido 

Nel contesto appena delineato, la fornitura e la gestione dei servizi all’immobile subisce una forte evoluzione in chiave di flessibilità, che viene ulteriormente estremizzata dalla sempre maggiore presenza di edifici multi-tenant.  

Essendo molto meno prevedibile di un tempo l’occupazione degli spazi e la fruizione dei servizi per i dipendenti (si pensi alla mensa o alla lavanderia), una gestione efficiente dovrà essere estremamente reattiva e flessibile in funzione delle esigenze di chi vive l’immobile. Inoltre, la tempestività e la qualità del servizio assumono una rilevanza superiore rispetto a un tempo, proprio perché l’ufficio – se ben gestito - può essere un vero e proprio acceleratore di produttività. 

Il lavoro ibrido crea, quindi, importanti sfide per i facility manager, che devono realizzare ambienti ingaggianti e corredarli di servizi perfettamente in linea con le esigenze professionali – e anche personali – dei dipendenti, per di più in un’era in cui la presenza non è certa, così come non lo è l’utilizzo dei servizi. Questo è precisamente il contesto in cui Nazca propone la sua visione e le sue soluzioni di serviced office. 

 

Nazca e la gestione end-to-end del serviced office 

Nazca opera nel mercato del Facility Management dal 1993 e si pone da sempre come interlocutore unico per i servizi alle persone, all’edificio e per soluzioni ICT innovative. L’azienda sta seguendo tutte le trasformazioni del place indotte dai nuovi paradigmi agili di lavoro, che hanno disaccoppiato il lavoro stesso dall’orario e dal luogo.  

Per via della sua esperienza e degli asset proprietari, Nazca si trova oggi in una posizione privilegiata poiché può erogare un servizio integrato (end-to-end) di facility management in linea con le esigenze degli uffici ibridi, dalla riprogettazione degli spazi alla gestione dei servizi, fino a tutta l’abilitazione tecnologica dei workplace moderni.  

Quello che permette davvero alle aziende di raggiungere la flessibilità desiderata è la piattaforma gestionale proprietaria, che funge da interfaccia evoluta tra il mondo degli utenti finali, tipicamente i dipendenti, e quello dei servizi all’immobile. Lato utente, la piattaforma abilita tutte le funzionalità tipiche del workplace moderno: il desk booking, il room booking, check-in/out evoluto e molto altro, puntando sulla massima semplificazione e su una user experience tipicamente consumer. Ciò consente di apprendere informazioni sull’utilizzo del place ed erogare i servizi in modo flessibile e personalizzato. Servizi che, a loro volta, sono gestiti da Nazca.  

La possibilità di interfacciare la soluzione con la sensoristica IoT rappresenta, poi, un ulteriore punto di forza che si riflette sull’efficienza gestionale – si pensi al concetto di manutenzione predittiva degli impianti – e sul benessere degli utenti, che trovano nell’ufficio ibrido un ambiente di lavoro confortevole e, soprattutto, allineato con le nuove dinamiche di lavoro.  

Come anticipato, il workplace può essere esclusivo di un’azienda o integrare aree condivise tra diverse imprese (multi-tenancy): un’opzione sempre più comune tra organizzazioni moderne che adottano “nativamente” modelli ibridi di lavoro. Qui, la gestione del place si complica ulteriormente dovendo garantire luoghi e servizi engaging in un regime di condivisione. Proprio in quest’ambito, però, l’esperienza e gli asset proprietari permettono a Nazca di creare un serviced office a misura sia di hybrid work, sia di spazio condiviso, facendo tesoro di esigenze di più persone e di più realtà aziendali.

cta_nazca_le_opportunità_del_proptech